I quartieri storici più famosi di Istanbul

Se avete poco tempo per visitare Istanbul, non perdete l’occasione per visitare i quartieri storici più famosi:

  • Sultanahmet, il centro storico di Istanbul, il quartiere che domina la Punta del Serraglio, all’imbocco del Corno d’Oro, si estende sulla prima collina dove fu costruito il centro politico e culturale della città bizantina ed ottomana. Pochi luoghi al mondo presentano una tale concentrazione di meraviglie architettoniche, testimonianze di rigogliose civiltà. Il quartiere, da girare tranquillamente a piedi, è stato trasformato in un museo all’aria aperta che celebra la gloria del suo ricco passato.
    Palazzo di Topkapi, Santa Sofia, Cisterna Basilica, Moschea Blu, Musei Archeologici di Istanbul, l’Ippodromo.
    Una visita a Sultanahmet non può non includere una visita fuori zona, e cioè al vicino Grand Bazaar
  • Bebek, quartiere molto elegante e centro residenziale di lusso posto sulla riva europea tra i due ponti sul Bosforo;
  • Galata (il cui nome si dice derivi dalla parola greca “galà-ktòs”, che vuol dire latte), l’antica colonia genovese sul Corno d’Oro.
  • Fener- Balat, due dei quartieri più popolari dentro le mura, un tempo centro dell’etnia greca e ripopolato recentemente da immigrati dal sud-est del paese, sede del Patriarcato greco, e uno dei pochi luoghi dove si è conservata la vecchia Istanbul, nel distretto di Fatih;
  • Samatya, sul Mar di Marmara, caratterizzato da molte chiese greche ed armene, oggi noto come Koca Mustafa Pasha, nel distretto di Fatih;
  • Beyoğlu, al di là del Corno d’Oro, l’antica Pera, il cui tessuto urbanistico è prevalentemente Liberty;
  • Nişantaşı, anch’esso risalente alla fine dell’Ottocento, e che oggi è il quartiere più glamour della città;
  • Etiler, centro direzionale e residenziale di lusso;
  • Sulukule, storico quartiere Rom nel distretto di Fatih.
  • (2Votes, average: 4,50 out of 5)
    Loading ... Loading ...

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>