Le terme e i centri termali in Turchia

La Turchia che si trova su una fascia geotermale molto importante ed  è una terra ricca di centri termali. Turchia sta tra i primi sette paesi per la ricchezza delle terme. Il territorio beneficia di circa 1.300 stazioni termali e di 240 sorgenti, quanto basta per rendere la famosa meta balneare sul Mediterraneo una felice oasi anche per le vacanze wellness e per le vacanze a tema mista; mare, montagna, storia, terme. I centri termali in Turchia si trovano soprattutto nella parte occidentale dell’Anatolia. Ecco alcuni tra gli stabilimenti termali più interessanti:

Bursa: Bursa si trova a un’ora di strada da Yalova e tre ore da Istanbul. Bursa (anticamente Prusa) è situata a sud del mar di Marmara e appoggiata alle pendici dell’Uludag (o monte Olimpo della Misia), alto 2.543 metri e sede della più importante stazione per sport invernali della Turchia.

La zona di Bursa più famosa per le terme è Cekirge. E’ una zona ricca di fonti termali e stabilimenti dove potersi rilassare e curare. Le acque contengono bicarbonato, zolfo, sodio, calcio e magnesio. Sono adatte per curare i reumatismi, le malattie ginecologiche e dermatologiche.

Pamukkale: Nella provincia di Denizli, Pamukkale è stata dichiarata dall’UNESCO Patrimonio dell’Umanità nel 1988. Il fascino di questo luogo è dovuto alla magia del paesaggio naturale creato dall’acqua termale nel corso dei secoli e alle rovine dell’antica città termale di Hierapolis.
Diciassette sono le sorgenti, con una temperatura che oscilla dai 35 fino ai 100 gradi centigradi, e innumerevoli le proprietà terapeutiche conosciute fin da tempi antichissimi.

Data l’estrema delicatezza del sito, dopo il riconoscimento dell’Unesco sono state introdotte regole più rigide ai visitatori.

I bagni sono ancora possibili, ma nei centri termali, non più nelle vasche naturali che sono patrimonio dell’Umanità.

L’acqua sgorga a 35°C a una velocità di 500 litri al secondo ed è famosa per le sue proprietà curative per i problemi di circolazione, problemi negli occhi, problemi della pelle e per i reumatismi.
La maggior parte degli alberghi termali sono situati a Karahayit, 5 chilometri da Pamukkale, e hanno una capacità ricettiva totale di 500 posti letto.

Karahayit è un altro centro termale con acque curative con un alto contenuto di ferro.

L’attrazione di questo luogo è il colore acceso delle acque, con la più bella tonalità di rosso brillante.

Balcova: Si trova a 10 chilometri da Izmir e possiede la più grande piscina termale coperta della Turchia.

Le sorgenti termali di acqua calda di Balçova sono situate nel luogo in cui sorgevano i Bagni di Agamennone che, si narra, restituirono la salute al condottiero e ai suoi soldati moribondi.

Queste acque benefiche sgorgano ad una temperatura che varia tra i 62 e gli 80 gradi centigradi e sono sfruttate da strutture ricettive che garantiscono una capacità totale di 400 posti letto.

L’Università di Ege vi ha costruito un centro terapeutico. Le acque sono adatte per curare problemi di sciatica, problemi ginecologici, nervosi, intestinali e urinari. Inoltre sono benefiche per i disturbi della calcificazione e del metabolismo.

Cesme: E’ una delle località di villeggiatura più famose della Turchia, città costiera turca affacciata sul mar Egeo, collocata all’estremità più occidentale del Paese. Ha bellissime spiagge, mare cristallino e dista 94 chilometri da Izmir. Anche Alacati, il famoso paesino dei surfisti si trova a Cesme.

Le terme nei dintorni, insieme alle sorgenti naturali che si trovano lungo la costa e che si mescolano all’acqua del mare offrono momenti di puro relax.

Le acque delle sue terme contengono cloruro, sodio, magnesio, fluoro e danno benefici a chi ha problemi dermatologici, ginecologici, urinari e metabolici.

Praticamente tutti gli alberghi hanno strutture per talassoterapia.

Yalova: E’ famosa dai tempi degli antichi romani. Fu ricostruita dagli Ottomani ed era la stazione termale preferita da Ataturk. Il centro termale si trova a 11 chilometri dal centro di Yalova ed è caratterizzata da molte piscine coperte. Le acque che sgorgano dalle numerose sorgenti contengono zolfo, sodio e calcio (55°/60°) e sono adatte per la cura di reumatismi, problemi ginecologici, urinari e nervosi e per tenere sotto controllo il livello del colesterolo che degli zuccheri.

Afyon: Afyon (in turco papavero da oppio), è uno dei centri principali della Turchia a 250 chilometri da Ankara. Il centro termale principale di Afyon è Orucoglu.

Oruçoglu si trova a 14 chilometri da Afyon. E’ un centro termale moderno e ben attrezzato. L’acqua è ricca di biossido di carbonio, bicarbonato di sodio, cloruro di sodio, bromuro e fluoruro ed è adatta a curare artrite, sciatica, ernia del disco, nevralgie, lombaggine, osteoartrosi.

Hdayi: A 10 chilometri da Sandikli, nella provincia di Afyon. E’ un centro termale piuttosto piccolo. Le acque contengono zolfo, idro carbonato, sodio, calcio, biossido di carbonio, bromuro e fluoruro (75°/80°) e sono adatte sia per problemi interni che esterni dell’organismo e in particolare per problemi reumatici, dermatologici, ginecologici e digestivi.

Gonen: E’ un centro termale a nord di Balikesir. Ha un centro attrezzato dove potersi curare con acque che contengono zolfo, cloruro, sodio, idro carbonato e biossido di carbonio, sostanze ideali per curare problemi dermatologici, reumatici, urinari e nervosi.

Balikli Cermik: Si trova a 12 chilometri da Kangal, nella provincia di Sivas. E’ una stazione termale particolare. Il suo nome turco significa sorgente calda con pesci. E infatti ci si immerge in un’acqua popolata di piccoli pesciolini che hanno un ruolo importante nella cura della psoriasi perché ripuliscono la pelle di chi ne è malato. Il centro termale di psoriasi di Kangal è unico al mondo. Le ricerche scientifiche dimostrano cinque fattori che rendono efficace questa cura.

Istanbul: Le terme di Tuzla (Tuzla Kaplıcaları) A un’ora da Istanbul, 17 km dall’aeroporto Sabiha Gokcen. Dal 1300 queste terme hanno ditribuito salute alla gente che ci è andata. La vicinanza a Istanbul è un punto a favore di queste terme, si può andare anche per qualche ora allontanandosi dal caos della megalopoli. Lo stabilimento è moderno e antico allo stesso tempo.

(13Votes, average: 3,92 out of 5)
Loading ... Loading ...

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>