Galata – Pera

Galata, storicamente detta Pera, è un nucleo storico di  Beyoğlu. Storicamente un quartiere Genovese. Galata è uno dei nuclei più caratteristici e belli di Istanbul. Io adoro Galata.

galata sokaklariFacendo la Viale Istiklal verso la Torre di Galata, si arriva a Tunel, dove c’è la zona chiamata Asmalimescit. Andando avanti verso sinistra si entra nella zona della Torre di Galata, il suono delle percussioni ne annuncia la vicinanza e potete capire di essere vicini alla Torre di Galata quando cominciano i negozietti di strumenti di musica, con le stradine che diventano strette e non più in pianura. Qui c’è un’ambiente veramente unica, con dei negozietti particolari di gioielli fatti a mano, negozi di saponetti fatti a mano, gallerie d’arte, negozi d’abbigliamento degli stilisti d’avanguardia.

Galata è situata nella parte nord del Corno d’Oro, l’insenatura che la separa dal centro storico cittadino. Il Corno d’Oro è attraversato da parecchi ponti, il più importante dei quali è il Ponte di Galata. È opportuno chiarire che il Ponte di Galata non scavalca il Bosforo, come moltissimi credono; ma collega solo due parti della città vecchia (sul lato europeo) di Istanbul, scavalcando il cosiddetto Corno d’Oro (uno stretto che si trova tutto in territorio europeo.)

XVth century Ottoman Map of GalataMolto più tardi, al tempo dell’impero bizantino, Galata divenne significativa come il luogo della grande torre da cui si poteva bloccare con uno sbarramento di fuoco l’accesso al Corno d’Oro in tempo di guerra.

Sulla Torre di Galata è ancora oggi affissa una targa in cui si ricorda come la conquista ottomana della città si concluse solo con la consegna da parte dei “Ceneviz” (Genovesi) delle chiavi della fortificazione.

Il quartiere attuale di Galata, anticamente conosciuto come “Pera” e fondato dai Genovesi è sviluppato su una collinetta prospiciente il mare, contornata da strette vie e viuzze (quasi dei carruggi), sulla quale si erge la Torre di Galata, sul cui ingresso una iscrizione storica commemora Genova. Nonostante i molti terremoti non è mai crollata e oggi è meta di turisti per il colpo d’occhio che si gode su tutta la parte vecchia di Istanbul dalla sua terrazza sommitale.

Bankalar Caddesi (Corso delle Banche) in Galata è una viale bellissima,con dei palazzi antichi delle facciate meravigliose e soffitti altissimi, in questa via si sente di essere tornati nell’ottocento, la via non è più stretta, anzi. Bankalar Caddesi fu il centro finanziario di Istanbul durante il periodo ottomano. La famosa Scalinata Camondo fu costruita su questa strada dal celebre banchiere veneziano-ottomano-ebraico Abraham Salomon Camondo.

La funicolare sotterranea di Galata, detto Tünel, fu completata nel 1875 e fu costruita per superare il dislivello del quartiere. È la seconda linea sotterranea più antica del mondo, dopo l’Underground (1863) di Londra.

A Galata ai primi del Novecento abitavano molti Italo-Levantini, ultimi rappresentanti della numerosa colonia genovese di Pera.

Anche adesso è la zona molto apprezzata dagli Italiani, sia per vivere che per i soggiorni, è davvero un’esperienza unica passeggiare a galata, poi salire sulla Torre e godere della vista mozzafiato e romantica e poi prendersi un bell’aperativo in uno dei caffè sotto la Torre o in una delle stradine romantiche.

Se avete già visitato Galata, sarei felice di leggere i vostri commenti.

(5Votes, average: 3,80 out of 5)
Loading ... Loading ...

2 Comments

  1. [...] mancheranno le sezioni di fotografia notturna in compagnia dei pescatori del ponte di Galata, un modo per conoscere più da vicino una passione che accomuna molti abitanti di Istanbul e [...]

  2. gianluca scrive:

    Grazie per il vostro articolo, mi sembra molto utile, proverò senz’altro a sperimentare quanto avete indicato… c’è solo una cosa di cui vorrei parlare più approfonditamente, ho scritto una mail al vostro indirizzo al riguardo.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>